Venerdì, 21 giugno 2024

Ermeteo aps

EMILIA ROMAGNA METEO è un Associazione di Promozione Sociale, acronimo ERmeteo aps, forma associativa che abbiamo scelto dopo varie valutazioni e soprattutto grazie alla preziosa collaborazione della CNA Modena, di cui ringraziamo in particolare Paola Nizzi ed Ermes Ferrari.
Ermeteo è iscritta al RUNTS Registro Unico Nazionale del Terzo Settore e può beneficiare dell’elargizione del 5×1000 nonché può ricevere erogazioni liberali filscalmente deducibili dal reddito.
Nata sulle costole di AS.M.ER, “Associazione Meteorologia Emilia Romagna”, da cui fu creata la prima rete meteo volontaria, l’associazione gestisce ancora oggi rete regionale volontaria di osservazioni formata da oltre 100 stazioni di privati, appassionati, aziende agricolte, turistiche, di servizi, scuole ecc, incluse alcune stazioni di enti di servizio e di ricerca che conferiscono volontariamente i dati .

Lo scopo dell’associazione, come da l’art.2 dello Statuto, è: “un’associazione a carattere volontario e democratico, che, senza fini di lucro, intende promuovere, sensibilizzare e sviluppare a tutti i livelli della popolazione, lo studio e la conoscenza scientifica della meteorologia, del clima e dei cambiamenti climatici, dei rischi meteorologici, climatici, idrogeologici e sismici nonché per la consapevolezza dei cambiamenti climatici e la tutela dell’ambiente in Italia e all’estero, con particolare riguardo al territorio dell’Emilia Romagna e delle regioni limitrofe.

Fondata nel maggio 2016, i soci fondatori di Emilia Romagna Meteo aps sono: Pierluigi Randi, Luca Lombroso, Stefano Guerra, Andrea Raggini, Pamela Tavalazzi, Francesco Papariello, Manuel Madrigali, Andrea Zambelli e Sara Esopi.

Quello che ci teniamo è, come da Statuto, a “Collaborare e fare rete con altre associazioni e altri Enti e agenzie, pubblici o privati, locali, regionali, nazionali e internazionali, aventi finalità̀ identiche o analoghe a quelle previste nel presente statuto.”. Naturalmente, aspichiamo e prenderemo contatto per collaborare, ognuno nell’ambito delle proprie competenze e ruoli, con Protezione Civile e con ARPAE Emilia Romagna. Niente contrapposizioni quindi ma parola chiave collaborare e fare rete con tutte le altre realtà esistenti nella “meteodiversità” esistente in Italia e non solo.

Qualcuno potrebbe pensare a un’ulteriore frammentazione e soggetto nel già complesso panorama della meteorologia italiana, pensiamo invece che questa sorta di “biodiversità meteorologia” sia un elemento di pregio e che fa emergere il meglio del genio collettivo e tante realtà che cercano di fornire #labuonameteo di fronte alle tanto dilaganti meteobufale. In questo, una volta di più, le parole chiave e la nostra linea sarà collaborazione e trasparenza, nonché la nuova parola tanto in voga, resilienza.
Abbiamo in progetto attività di divulgazione, sensibilizzazione e formazione, di migliorare e integrare anche con gli Enti istituzionali la rete di monitoraggio e tante altre cose che scoprirete nei prossimi mesi.

Lo Statuto prevede anche un Comitato Scientifico, con membri interni ed esterni all’Associazione, così da distinguerci per la qualità e serietà scientifica, perché, non dimentichiamolo, la meteorologia e i cambiamenti climatici sono anzitutto una scienza.

Didattica e Curiosità